da - MSP TREVISO - MSP TREVISO

Vai ai contenuti

Menu principale:

RICEVUTE EMESSE DA ASSOCIAZIONI

Pubblicato da in BUROCRAZIA asd/ssd/circoli ·
Tags: Ricevuteemessedaassociazioni
L'attività istituzionale delle associazioni è non commerciale, se inerente agli scopi associativi e svolta verso i soci. Quindi è attività istituzionale, ad esempio, l'attività culturale svolta da un'associazione culturale, l'attività sportiva svolta da una ASD, l'attività socio-sanitaria svolta da una onlus. I corrispettivi che l'ente riceve dai soci per tali attività non sono soggetti a tassazione e sono esenti anche da IVA.

Nel ricevere questi corrispettivi l'associazione dovrà rilasciare solo una ricevuta non fiscale. Modelli di queste ricevute si vendono a blocchetti in qualsiasi negozio di materiale per ufficio. La ricevuta dovrà riportare la denominazione, i dati e il codice fiscale dell'associazione, la data, la causale, la somma ricevuta, il nome del socio che paga, la firma del responsabile dell'associazione che compila la ricevuta. Ricordiamo ancora che non si tratta di una fattura, ma di una semplice ricevuta.
Le ricevute dovranno essere conservate presso la sede dell'associazione. Conservare le ricevute sarà inoltre utile per compilare il bilancio di fine anno, che dovrà riportare le voci di entrate e di spese dell'associazione.
Nel caso l'associazione svolga anche attività commerciale, ad esempio attività a pagamento verso terzi non soci, per i corrispettivi ricevuti da tale attività dovrà emettere fattura e quindi essere titolare di una Partita Iva.



MARCHE DA BOLLO? NOVITA' 2019

Pubblicato da in BUROCRAZIA asd/ssd/circoli ·
Tags: marcadabolloperassociazioni
Esenzione imposta di bollo per a.s.d. e s.s.d.
A decorrere dal 2019 le a.s.d. e s.s.d. sono esonerate dall'imposta di bollo.
Il comma 646 della legge 30 dicembre 2018, n. 145, ha modificato l'art. 27 bis della tabella di cui all'allegato B annesso al d.p.r. 26/10/1972 n. 642, estendendo anche alle "associazioni e società sportive dilettantistiche senza fini di lucro riconosciute dal Coni" l'esenzione da bollo fino all'anno scorso applicabile solo alle Federazioni sportive e agli Enti di promozione sportiva.
Dal primo gennaio 2019 gli atti, documenti, istanze, contratti nonché copie anche se dichiarate conformi, estratti, certificazioni, dichiarazioni e attestazioni poste in essere o richieste da associazioni sportive dilettantistiche e società sportive dilettantistiche saranno esenti da bollo.
In particolare, rientrano tra i documenti esenti da bollo anche le ricevute per indennità, rimborsi spese analitici, rimborsi spese forfettari, richiesti a fronte di somme erogate da associazioni e società sportive dilettantistiche trattandosi di "documentazione necessaria ai fini dell'esecuzione dei rimborsi.














Copyright 2019. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu